domenica, gennaio 08, 2006

Proteggici dal male.

Nel mese di dicembre per la prima volta la Cina ha superato gli Usa nella fornitura di prodotti dell'Information Technology cioè personal computer, telefonini e videocamere digitali, superandola di 30 milardi di dollari [150 miliardi di dollari contro i 180 miliardi delle esportazioni cinesi negli stessi prodotti]. Inoltre è proprio nel 2005 che Microsoft è riuscita ad ottenere una licenza per servizi di telecomunicazione a valore aggiunto in Cina, direttamente gestita da Shanghai Msn Network Communications Technology, una joint venture controllata al 50% da Microsoft e al 50% dalla Shangai Alliance Investment, società d'investimento del comune di Shangai. Ed è alla fine dello scorso anno che la Cina apre i suoi blindati confini alla serie più americana dei mesi recenti: “Desperate Housewives”. I cinesi potranno vedersi le casalinghe più esplicite del mondo sui loro teleschermi, senza che gli episodi si fermino sulle reti private di Hbo, il canale satellitare a pagamento disponibile solo per pochi privilegiati.
Ma per chi crede che tutto questo sia l'inizio della 'nuova era cinese' si sta sbagliando. I cinesi devono rimanere sulla 'retta via'., devono essere 'protetti dal male'.
Per questo le casalinghe non saranno disperate, ma impazzite e i loro dialoghi e le loro scene saranno opportunamente ripuliti da qualunque riferimento al sesso e alla violenza.
Per questo quando su Msn si tentano approcci riservati a certe paroline magiche come "movimento democratico" o "indipendenza di Taiwan" il servizio risponde educatamente "Questo articolo contiene un linguaggio proibito" seguito da un democratico "Si prega di cancellare la parola dall'articolo".
Ed è ancora per rimanere sulla retta via che nessun organo di stampa cinese ha parlato della strage di Dongzhou nel Guangdong dei primi giorni di dicembre 2005, dove 20 persone sono state uccise durante una manifestazione [di contestazione per le basse indennità offerte ai contadini per l'espoprio delle terre su cui sarà costruito un impianto di energia eolica] e il capo della polizia successivamente arrestato per aver ordinato di fare fuoco sulla folla. Nessun funzionario si è scusato e nessun motore di ricerca cinese restituisce la verità sui fatti. E per sapere come vanno le cose nel loro paese devono leggersi la stampa estera.

Sarebbe come se in Italia nessuno ci facesse sapere degli spot prodotti dalla Sverige Television (Svt) sulla 'libertà' della tv svedese, dove siamo testimonial insieme alla Russia di Putin in quanto a pluralismo dei media. Impossibile. Lo avremmo saputo immediatamente.
Ma si sa che anche se dovesse succedere una cosa simile, saremo protetti dal male. Per restare sulla 'retta via'.

Svt Free Television